Dolci

Budino di pane di segale…la Valle d’Aosta nel piatto!

“Gli affetti dell’infanzia si imprimono nel cuore come tatuaggi indelebili. Quando sembrano morti sono solo svenuti. E possono riprendere a vivere senza bisogno di troppe spiegazioni.”
Massimo Gramellini – Fai bei Sogni


L’appuntamento di novembre per l’Italia nel Piatto, ha come argomento il comfort food, vi siete mai domandati che cosa significa veramente?

Io lo definirei un universo di sapori e profumi che appartengono all’infanzia, un cibo semplice e genuino, che suscita sentimenti di nostalgia o dolci ricordi del passato. Qualcosa che ci coccola e ci fa sentire bene. 
E la mia coccola preferita, è questo budino di pane di segale, che mi preparava sempre la mia nonna per la merenda, al ritorno dall’asilo, e con me, sempre il mio nonno, un uomo meraviglioso, che ha saputo darmi tanto affetto… un ricordo bellissimo, pieno d’amore e tanta nostalgia. 
Inoltre, il comfort food, fa sempre parte della cultura gastronomica popolare: una ricetta contadina o un piatto della festa, e qui abbiamo il pane di segale, pilastro della cultura culinaria della mia Regione, come spiegato ampiamente qui.

Ingredienti:

– 100 gr. di zucchero;
– 100 gr. di burro;
– 100 gr. di farina di mandorle (o mandorle pelate);
– 120 gr. di pane di segale secco;
– 6 uova;
– 40 gr. di cioccolato fondente;
– cannella e chiodi di garofano in polvere

In una ciotola, lavorare a crema lo zucchero con il burro, quindi, uno alla volta, incorporare i tuorli. Rimestare fino a che il composto non risulterà omogeneo, aggiungere il pane di segale grattugiato, la farina di mandorle, un cucchiaino di spezie mescolate insieme e la buccia del limone grattugiata.
Dopo aver mescolato il tutto, aggiungere il cioccolato grattugiato, incorporare gli albumi montati a neve, e girare il composto molto delicatamente, dal basso verso l’alto, facendo attenzione a non smontare gli albumi. Versare il composto dentro uno stampo da budino, precedentemente imburrato, e cuocere a bagnomaria, in forno preriscaldato a 180°, per 40 minuti.

Questo budino è delizioso e se volete renderlo ancora più goloso, potete accompagnarlo con una salsa al cioccolato.

Passate a deliziarvi nel resto d’Italia:

Trentino-Alto Adige:  Pane di molche (El Pam de molche) con le noci 
  
Friuli-Venezia Giulia:  Goulash di oca alla friulana con polenta e frico croccante 
Lombardia: Ravioli di zucca (Raviöi de ssüca)
Veneto: Pearà
  
Lazio: Minestra di ceci e castagne 
  
Basilicata: Lagane e ceci

You Might Also Like

74 Comments

  • Reply
    Casale Versa
    2 novembre 2014 at 10:12

    Che poesia questo post amica mia, quanti ricordi anch'io.. grazie per aver condiviso questo prezioso gioiello della tua memoria e della tua nonna! un caldo abbraccio pieno di affetto!

    • Reply
      atuttopepe
      2 novembre 2014 at 15:31

      Grazie a te, per le dolci parole, che mi riservi sempre!
      Sei speciale!

  • Reply
    Giulia Gorga
    2 novembre 2014 at 10:20

    io corro a provarlo!!! fantastico

    • Reply
      atuttopepe
      2 novembre 2014 at 15:32

      …fammi sapere se ti è piaciuto!!!
      Baci

  • Reply
    Cinzia Ceccolin
    2 novembre 2014 at 11:11

    Una vera bontà!! Un tocco al cuore e al palato!! Bravissima 🙂

    • Reply
      atuttopepe
      2 novembre 2014 at 15:32

      Grazie Cinzia, lo porto nel cuore…!

  • Reply
    Yrma
    2 novembre 2014 at 13:04

    Che bontà esclusiva mia cara!!! Cioccolato, budino…un vero comfort food, complimenti!!!!! Un abbraccio grande!

  • Reply
    Erica Di Paolo
    2 novembre 2014 at 13:12

    No, vabbé, ma che meraviglia è??????? Io corro a trovarti e ad assaggiare ^_^ (tanto mica siamo così distanti!!).
    Grande Michela!!

    • Reply
      atuttopepe
      2 novembre 2014 at 15:33

      Ti aspetto cara… non sai quanto mi faresti felice! 🙂

    • Reply
      Erica Di Paolo
      3 novembre 2014 at 7:14

      ^_^ Sarei felicissima anche io!!
      Buon inizio di settimana tesoro.

  • Reply
    Elena
    2 novembre 2014 at 13:37

    Questa meraviglia è assolutamente da provare!! sei bravissima

    • Reply
      atuttopepe
      2 novembre 2014 at 15:33

      Grazie Elena, un bacio grande grande!

  • Reply
    SABRINA RABBIA
    2 novembre 2014 at 15:08

    NO PURE CON IL CIOCCOLATO, MA E' UNA VERA GODURIA!!!!!GRAZIE PER AVERCI REGALATO QUESTI FANTASTICI RICORDI!!!!BACI SABRY

    • Reply
      atuttopepe
      2 novembre 2014 at 15:33

      Grazie Sabry… è golosissimo, credimi!

  • Reply
    Claudia
    2 novembre 2014 at 15:16

    E' bellissimo avere ricordi legati al cibo… Io ho memorie dell'uovo fresco di gallina sbattuto con lo zucchero.. che ci preparava la nonna di una mia amica di infanzia quando ero piccola… al paese di mia mamma… Ottimo invece questo budino particolare… un baciotto

    • Reply
      atuttopepe
      2 novembre 2014 at 15:34

      …anche a me lo preparava la mia nonna… aggiungeva anche un pochino di cacao, per renderlo più goloso…
      un bacione cara!

  • Reply
    consuelo tognetti
    2 novembre 2014 at 16:45

    Che splendida ricetta hai proposto..profuma di casa e tradizione..di quelle ricette che scaldano il cuore 😀
    Complimenti tesoro e felice domenica <3

    • Reply
      atuttopepe
      2 novembre 2014 at 20:30

      Grazie dolce Consu, sogni d'oro un abbraccio

  • Reply
    Elisabetta Vallereggio
    2 novembre 2014 at 16:55

    Deliziosa ricetta! Complimenti!!

  • Reply
    Francesca V
    2 novembre 2014 at 17:14

    Ciao Michela!!!Non lo conoscevo questo budino ma presto lo proverò…i dolci più buoni sono proprio questi, legati alle tradizioni e ai ricordi!
    Un bacio grande, a presto
    Francesca

    • Reply
      atuttopepe
      2 novembre 2014 at 20:31

      Particolare ma molto buono… Provalo e fammi sapere!!!
      Baci

  • Reply
    Sara e Laura-PancettaBistrot
    2 novembre 2014 at 17:14

    Molto poetico e particolarissimo questo budino che parla di tradizione, di nostalgia e di bei ricordi…se non è comfort food questo!! Ci intriga tantissimo, ha un tocco molto raffinato 🙂 bravissima!!
    Buona domenica, un bacione!

    • Reply
      atuttopepe
      2 novembre 2014 at 20:31

      Grazie mille favolose donne! Un abbraccio

  • Reply
    Miu Mia
    2 novembre 2014 at 17:16

    Michela le tue arole (soprattutto quelle dedicate ai tuoi nonni) mi hanno fatto sussultare e tornare indietro a quando anche io potevo ancora godermi i loro gesti amorevoli. I piatti "confortanti" della nonna e le carezze dolcissime del nonno! Questo post è dolcissimo e anche se questo budino non fa parte dei ricordi della mia infanzia, so che è pieno pieno di significati!
    Solo per questo motivo abbiamo il dovere di replicarlo! 🙂
    Il cioccolato ha fatto il suo, eh! 😉
    Brava Miche!!!

    • Reply
      atuttopepe
      2 novembre 2014 at 20:32

      Ma tu quanto sei speciale? Mi coccoli sempre con le tue parole dolce Ro!
      Un bacione

  • Reply
    la creatività e i suoi colori
    2 novembre 2014 at 17:21

    Bellissime le tue parole che arrivano dirette al cuore e complimenti per la scelta della ricetta da inserire nella rubrica. Un abbraccio

    • Reply
      atuttopepe
      2 novembre 2014 at 20:33

      Mi sono fatta guidare dal cuore… Grazie!!

  • Reply
    Lilli nel Paese delle stoviglie
    2 novembre 2014 at 18:30

    oh mamma quella colata di cioccolato che goduria! amo il budino di pane della mia mamma, con gocce di cioccolato, nocciole e amarene sciroppate, ne sento il profumo solo a parlarne! belle parole, tenere e sentite, un abbraccio bellezza

    • Reply
      atuttopepe
      2 novembre 2014 at 20:34

      Wow una versione divina quella della tua mamma…. Mi piace molto, grazie cara!!!

  • Reply
    Mimma e Marta
    2 novembre 2014 at 18:51

    Ma quanto è buono il pane di segale? E che bello questo budino, deve essere magnifico, rusticissimo. Meravigliosa come sempre <3

    • Reply
      atuttopepe
      2 novembre 2014 at 20:36

      Amo il pane di segale… Sono cresciuta a pane nero e latte… È questo budino e amore puro… Grazie per le dolci parole che mi riservi sempre! Baci

  • Reply
    Anna Lisa
    2 novembre 2014 at 18:59

    Che brava! Hai colto il vero significato del Comfort food e hai saputo esprimerlo e trasmetterlo in modo fantastico.

    • Reply
      atuttopepe
      2 novembre 2014 at 20:37

      Ti ringrazio cara…. Un abbraccio forte.

  • Reply
    Un'arbanella di basilico
    2 novembre 2014 at 19:22

    Un piatto pieno di bontà e dolcezza! Brava Michela, un bacione 🙂

  • Reply
    Kucina di Kiara
    2 novembre 2014 at 19:26

    Eh ma la tua nonna ti viziava mica male…e del resto quale nonna non lo fa per i propri nipoti??? Il tuo budino è golosissimo…mhmhmhm, con la farina di mandorle poi…e quella cascata di cioccolato sopra! Una delizia! Complimenti cara, lo voglio anch'io un comfort food così! :-)))

    • Reply
      atuttopepe
      2 novembre 2014 at 20:38

      I nonni sono il più grande tesoro che abbiamo…. Grazie Kiara, un abbraccio

  • Reply
    Barbara Froio
    2 novembre 2014 at 19:51

    Se non ci fossero, bisognerebbe inventarle le nonne! Ci viziano, ci coccolano, ci vogliono bene e ancora tanto altro…Il tuo budino racchiude ampiamente il significato di Comfort Food, soprattutto con quella colate cioccolatosa. Buona serata.

    • Reply
      atuttopepe
      2 novembre 2014 at 20:40

      Grazie mille Barbara, un abbraccio

  • Reply
    Marco Furmenti
    2 novembre 2014 at 21:40

    Io giuro che adoro i colori di queste preparazioni! Mi danno l'idea di casa, di vissuto, di recupero. Bellissimo veramente!

    • Reply
      atuttopepe
      4 novembre 2014 at 20:44

      … I ricordi sono il tesoro più grande che abbiamo!!! Grazie Marco!

  • Reply
    Tiziana Bontempi
    3 novembre 2014 at 0:28

    Ciao Michela, mi è piaciuto molto il tuo racconto e ho adorato il libro Fai bei sogni.
    Grazie per la tua ricetta.
    Notte,
    Tiziana

  • Reply
    m4ry
    3 novembre 2014 at 7:04

    Questa, in effetti, è una vera coccola 🙂 Ti abbraccio forte !

    • Reply
      atuttopepe
      4 novembre 2014 at 20:47

      Sei dolcissa cara, un abbraccio!

  • Reply
    Marghe
    3 novembre 2014 at 14:02

    La cucina sa evocare i ricordi in modo splendido, è come un traghetto emotivo verso gli anni passati.
    Ti restituisce dei momenti preziosi, come quelli con i tuoi nonni.
    Che bello aver avuto il loro amore e il loro esempio, è un tesoro davvero da custodire <3
    Questo budino tra parentesi lo adorerei, il pane di segale è speciale, ha un profumo unico che combinato al cioccolato deve stare splendidamente.
    Ti stringo, anima dolce!

    • Reply
      atuttopepe
      4 novembre 2014 at 20:48

      Amo come scrivi, sei poetica è vera…. Ti adoro dolce donna!

  • Reply
    Danja | Un pinguino in cucina
    3 novembre 2014 at 14:56

    Che meraviglia! Una di quelle ricette che ti scaldano il cuore ^-^. Non conoscevo questo budino ma essendo cresciuta a pane di segale, ti dirò che voglio provarlo quanto prima. Intanto, spinta dai tuoi ricordi mi hai riportato alla mente i dolci che mi preparava la mia nonn… 😉 ;')
    Grazie e un abbraccio!!

    • Reply
      atuttopepe
      4 novembre 2014 at 20:49

      Grazie a te, anch'io sono cresciuta a pane di segale!!!
      Un abbraccio

  • Reply
    isaporidelmediterraneo
    3 novembre 2014 at 21:55

    Quando sembrano morti sono solo svenuti, come e' vera quest'affermazione.Un budino fantastico con una bellissima presentazione.
    A presto

    • Reply
      atuttopepe
      4 novembre 2014 at 20:50

      Gramellini lo adoro…. Ti ringrazio, a presto!

  • Reply
    giochidizucchero
    3 novembre 2014 at 22:33

    ma che brava la mia amica… un abbraccio… <3

    • Reply
      atuttopepe
      4 novembre 2014 at 20:51

      Grazie amica mia, ti voglio bene!

  • Reply
    Polvere di Riso
    3 novembre 2014 at 23:36

    adoro le ricette tipiche , poi se sono così belle e buone ancora di più !!! ti abbraccio !!! :-*

  • Reply
    Loredana
    4 novembre 2014 at 6:13

    Cara Michela, oltre alla dolcezza del piatto traspare tutto il tuo affetto per i tuoi nonni, la tenerezza dei gesti che accompagnavano la tua merenda e l'amore che circondava il tutto.
    Grazie per questa ricetta ( che non conoscevo , ma mi ispira moltissimo) e per questo post 🙂

  • Reply
    Donaflor
    4 novembre 2014 at 8:51

    bellissima l'introduzione sugli affetti dell'infanzia…verissimo!
    questo budino è una coccola incredibilmente golosa! con il sapore delle mandorle è superlativo!
    un bacione

  • Reply
    speedy70
    4 novembre 2014 at 9:53

    Adoro queste ricette della tradizione… Rubo, grazie!!!

  • Reply
    Anastasia
    4 novembre 2014 at 10:13

    Michela che piacere conoscerti! Questo budino sa di buono, e coccoloso, e il tuo ricordo d'infanzia è l'ingrediente più prezioso che si sente racchiuso in questa ricetta!
    Un abbraccio Any

  • Reply
    Elisa Ciarlantini
    4 novembre 2014 at 10:29

    Che meraviglia!!! Sei troppo brava Michela

  • Reply
    Profumo di Cannella
    4 novembre 2014 at 13:03

    L'apertura del post è dolcissima e corretta dato il giorno di pubblicazione! E il tuo budino è "caldo" ed invitante.. lo proverò sicuramente Michela! Bravissima e dolce, come sempre!

  • Reply
    Eleonora
    4 novembre 2014 at 13:35

    Bella ricetta e splendido ricordo, complimenti 🙂

  • Reply
    Valentina Profumo di cannella e cioccolato
    4 novembre 2014 at 20:24

    Quanto mi incuriosisce questo budino!! Con il cioccolato poi sembra davvero golosissimo!!:) le ricette del cuore, quelle che ci ricordano l'infanzia sono sempre le migliori!:)
    A presto
    Vale

  • Reply
    Chiara Giglio
    4 novembre 2014 at 21:58

    che bella ricetta, dolce e piena d'amore ! I cibi che scaldano il cuore sono quelli che restano per sempre, un bacione !

  • Reply
    La cucina di Molly
    5 novembre 2014 at 19:24

    Buonissimo, non conoscevo questo budino di pane, è una ricetta senza dubbio da provare, complimenti! Un abbraccio!

  • Reply
    Antro Alchimista
    5 novembre 2014 at 22:58

    Questo budino lo trovo favoloso! Le ricette della tradizione, quelle delle nonne hanno sempre quel qualcosa in più!

  • Reply
    Angela Dolcinboutique
    6 novembre 2014 at 13:04

    Dai che bello! Ma sono appena passata dal blog di Erika e le ho scritto che adoro il pane di segale , ed eccolo qui anche da te. Ma che bella ricetta, voglio provarla assolutamente e poi con quella colata di cioccolato e chi resiste! Un bacio grande cara.

  • Reply
    Carlotta Ercolini
    6 novembre 2014 at 18:57

    Non ho idea del sapore che possa avere questo budino, ma lo immagino delizioso, confortante, avvolgente… il sapore del segale mi piace tantissimo quindi è davvero una tentazione…! le ricette di questo tipo sono le più belle, quelle che lasciano il segno e che non ci abbandoneranno mai… un bacio

  • Reply
    Unafettadiparadiso
    6 novembre 2014 at 19:00

    Non ho mai assaggiato il budino di pane….la consistenza com'è?si sente molto oppure si amalgama con gli altri sapori….?Mi hai incuriosita!

  • Reply
    elena
    9 novembre 2014 at 8:39

    complimenti! per il post, per la scelta della ricetta, per le foto, per l'esecuzione…e pure per il cioccolato…. Fantastico! non c'è che dire!

  • Reply
    2 Amiche in Cucina
    10 novembre 2014 at 17:09

    devo dire che questa ricetta è molto invitante e quella colata di cioccolato fa veramente gola, un bacione.
    Miria

  • Reply
    Cristiana Beufalamode
    13 novembre 2014 at 20:54

    da me si faceva con il pane bianco…sicuramente più ricco di sapori il tuo!

  • Leave a Reply

    CONSIGLIA Millefoglie di riso gamberetti e zucchine